pelle
La pelle | Gli strati della pelle e le loro funzioni
giugno 13, 2017
tricopigmentazione augusto mirko di lascio
Perdita di capelli. La Tricopigmentazione come soluzione estetica
luglio 24, 2017
cellulite

Cellulite, cause, rimedi e come combattere la buccia d’arancia.

La cellulite rappresenta, insieme all’ipertricosi, uno degli inestetismi più comuni nella donna (colpisce 9 donne su 10).

Con il termine ipertricosi identifichiamo un aumento della pelosità diffusa, senza zone corporee di predilezione. Rappresenta una condizione molto diffusa nelle donne a partire dalla pubertà e costringe a una costante attività di epilazione.

Grazie allo sviluppo di tecnologie innovative e sicure, al giorno d’oggi, disponiamo di una soluzione del tutto efficace, indolore e permanente al problema dei peli. Si tratta del laser a diodo, uno strumento d’avanguardia che, servendosi di fasci di luce, è in grado di distruggere i follicoli piliferi senza intaccare in alcun modo la zona circostante. Può essere utilizzato su tutte le zone del corpo e permette di avere una pelle liscia e perfetta dopo poche sedute.

La lotta contro la cellulite, invece, richiede un impegno che coinvolge ogni aspetto della vita quotidiana, dall’alimentazione al sonno. In questo articolo descriviamo le cause di questo fastidioso inestetismo che colpisce le donne a prescindere dal loro peso corporeo e ne indichiamo i rimedi consigliati dagli esperti.

 

Le cause della cellulite

Al di sotto della cute, tutti noi abbiamo un pannicolo adiposo, un tessuto che rappresenta un’inesauribile riserva di energia, legata al metabolismo individuale, che prende il nome di bilancio calorico.

cellulite1

Quando questo diminuisce, a causa di un’attività fisica maggiore o un più basso apporto di calorie tramite il cibo, la riserva adiposa diminuisce e si parla di lipolisi.

Quando, al contrario, il bilancio calorico aumenta, poiché si conduce una vita più sedentaria o si mangia di più, si verifica un deposito di grassi, definito liposintesi.

Proprio come tutti gli altri tessuti che costituiscono il nostro organismo, anche il pannicolo adiposo è sostenuto da collagene e tessuto reticolare, è vascolarizzato ed è, così, in grado di fornire energia all’organismo. L’energia in eccesso viene accumulata, sotto forma di grasso.

 

La vascolarizzazione e il corretto funzionamento delle attività del tessuto adiposo risentono di:

  • Stress;
  • Malattie epatiche;
  • Alimentazione non corretta;
  • Funzioni intestinali irregolari;
  • Forte ritenzione idrica.

Se combinati tra loro, questi elementi possono portare alla rottura delle cellule adipose. Queste contengono trigliceridi che si diffondono nello spazio tra le cellule e impediscono la vascolarizzazione e il microcircolo.

 

Tale fenomeno, se protratto nel tempo, porta a modifiche nel volume e nella consistenza del tessuto adiposo. È così che si forma la cellulite.

Tra i fattori predisponenti ricordiamo, inoltre, i flussi ormonali e particolari patologie.

 

Cosa fare per contrastare la cellulite: Fare esercizio fisico

Si tratta della prima e più importante regola da seguire per impedire la ritenzione idrica e favorire una buona microcircolazione.

esercizio fisico anti cellulite

Gli esperti consigliano di camminare e non di correre, per evitare che gli impatti con il terreno, oltre a causare danni alle articolazioni e alla colonna vertebrale, possano anche portare alla formazione di microlacerazioni alle membrane delle cellule adipose.

Inoltre, correre porta alla formazione di acido lattico. Si tratta di un metabolita che porta alla diffusione di tossine muscolari che hanno impatti negativi sulla circolazione.

Gli studiosi raccomandano di svolgere attività fisica di lunga durata. Camminata veloce, step e ciclismo apportano numerosi benefici al sistema cardiocircolatorio e a quello respiratorio. L’attività fisica migliora la circolazione, diminuendo la possibilità che si formi la cellulite, se eseguita almeno tre volte a settimana.

Sono consigliati anche esercizi a carico naturale, con attrezzature isotoniche o pesi liberi. Anche in questo caso è importante non esagerare per non affaticare eccessivamente il muscolo.

È sempre opportuno concludere la seduta di allenamento con dello stretching per eliminare le tossine prodotte, ristabilire un corretto funzionamento venoso e allungare i muscoli.

 

Cosa fare per contrastare la cellulite: Controllare i propri piedi

Al termine di ogni allenamento, gli esperti consigliano di eseguire degli esercizi specifici per stimolare e favorire la mobilità dei piedi.

piante piede

La formazione di cellulite, infatti, può anche essere causata da un errato appoggio plantare.

I piedi rappresentano la sede di importanti sistemi vascolari e circolatori. Per questo motivo, si sconsiglia di indossare i tacchi alti perché portano ad assumere posture scorrette.

Seguire una dieta sana ed equilibrata

Fare sport non è sufficiente per contrastare la formazione di cellulite. È essenziale anche mangiare in modo sano e variegato.

Vegetali e fibre devono essere consumati almeno tre volte al giorno. È opportuno evitare cibi ricchi di grassi, sale, alcolici e caffè in quantità eccessive.

Si raccomanda l’assunzione di:

  • Frutta e ortaggi;
  • Carne e pesce;
  • Latte e yogurt;
  • Minestroni e zuppe di legumi o cereali;
  • Zuppe di pesce e di carne;
  • Centrifugati, ghiaccioli e sorbetti senza l’aggiunta di zuccheri e grassi.

L’acqua svolge una funzione essenziale per l’eliminazione delle tossine e delle sostanze di rifiuto. Si consiglia di bere acqua povera di sodio per favorire la diuresi ed evitare residui a livello renale.

 

Cosa fare per contrastare la cellulite: Evitare di fumare

Tra i tanti effetti nocivi del fumo, il danno che apporta al sistema cardiocircolatorio è uno dei principali e più pericolosi.

fumare cellulite

Poiché la formazione di cellulite è legata a un’errata vascolarizzazione, è facile comprendere che fumare rappresenti una delle peggiori scelte per l’organismo.

 

Cosa fare per contrastare la cellulite: Riposare

Gli esperti indicano che una persona adulta deve dormire almeno 7 ore ogni notte perché l’organismo possa svolgere le proprie funzioni correttamente.

 

Cosa fare per contrastare la cellulite: Evitare stress eccessivi

Il benessere psicologico contribuisce a un corretto funzionamento dell’organismo. Per quanto possibile, di conseguenza, è importante ridurre al minimo gli stress emotivi, soprattutto se prolungati.

 

Cose da evitare

Riassumiamo brevemente tutte le cattive abitudini che portano alla formazione di cellulite:

  • Fumare;
  • Bere grandi quantità di alcolici;
  • Condurre uno stile di vita sedentario;
  • Seguire una dieta ricca di grassi;
  • Bere poco;
  • Trascurare la stipsi (stitichezza);
  • Indossare abiti molto attillati e scomodi;
  • Indossare spesso i tacchi;
  • Rimanere seduti a lungo e assumere posture scorrette, magari accavallando sempre le gambe;

Ricordiamo, infine, che è importante prevenire la formazione di cellulite, e non iniziare a curarla quando ormai è formata.

Comments are closed.